Progetto educativo-didattico

Informazioni

 

Il titolo della programmazione di quest’anno scolastico 2018 - 2019 è “La principessa dei sensi rubati” … Si constata che i bambini sono immersi continuamente in una realtà fatta di svariati stimoli sensoriali. Il progetto nasce dal desiderio di accompagnare i bambini alla scoperta dei cinque sensi e favorire sia l’acquisizione di capacità percettive che l’espressione di sensazioni ed emozioni, abituandoli a riconoscerle e decodificarle per imparare poco alla volta a gestirle… Il percorso si svilupperà tramite una storia fantastica La principessa dei sensi perduti (tra l’altro drammatizzata ai bambini, questo pomeriggio dalla compagnia teatrale del nostro paese Palc Attack), che permetterà ai bambini di vivere varie esperienze sensoriali. I personaggi della storia accompagneranno i bambini alla scoperta, alla conoscenza e all’uso dei sensi attraverso il linguaggio, verbale e grafico pittorico. Si prevedono una serie di esperienze, attività e giochi senso –percettivi, attraverso i quali i bambini potranno riconoscere, discriminare, selezionare, classificare e interiorizzare esperienze provenienti dai cinque sensi.

 

Il progetto si svilupperà dunque in cinque unità di apprendimento che fanno riferimento ad un organo sensoriale specifico. Gli obiettivi generali di questo progetto educativo sono:

 

  1. Riconoscere i cinque sensi e la loro funzione

  2. Distinguere e affinare le percezioni sensoriali

  3. Esercitare e sviluppare la conoscenza e la memoria tattile – visiva – acustica – olfattiva e gustativa

  4. Sviluppare la consapevolezza di sé e del proprio corpo attraverso l’esperienza ludica

  5. Arricchire le capacità espressive

  6. Esprimere le proprie sensazioni attraverso il linguaggio verbale, manipolativo, grafico – pittorico

  7. Valorizzare non solo gli aspetti cognitivi, ma anche quelli emotivo – relazionali ed affettive.

 

Anche per il progetto educativo della religione cattolica, utilizzeremo lo stesso filo conduttore dei cinque sensi per dare continuità al processo educativo. La programmazione sui cinque sensi, ci offre l’opportunità di scoprire la dimensione religiosa partendo dalla vita quotidiana del bambino. Ci sono molti episodi nella Bibbia e nella vita di Gesù che mettono in risalto l’importanza dei sensi. Gesù cammina e passa da un paese all’altro, molta gente lo vede, lo ascolta, lo segue, lo ferma, vuole toccarlo per essere guarita. Gesù si ferma, li guarda, li ascolta, li guarisce; vuole dimostrare che Dio è amore e accoglie tutti. Chi incontra Gesù riceve molto di più della guarigione fisica, riceve il dono del suo amore, la capacità di seguirlo perché è lui che dà senso a tutta l’esistenza umana e rende felici.

 

Con questo percorso, si intende approfondire il tema delle relazioni e scoprire come vita, udito, olfatto, tatto e gusto influiscono nel nostro modo di relazionarci con gli altri. L’altruismo, l’amicizia, la generosità, la fedeltà, la fiducia, … sono soltanto alcune delle numerose verità che superano i cinque sensi e affermano che esiste una realtà quotidiana che non si può stringere con le mani.

 

Il percorso si svilupperà attraverso giochi, canti, racconti e drammatizzazioni sulla vita e i miracoli di Gesù e sarà integrato con la preparazione alle feste di Natale e Pasqua.

 

Inoltre la nostra scuola, fa in modo che l’educazione alla pace e all’Intercultura sia inserita in tutti i progetti e attività proposte al bambino per favorire l’amicizia ed il rispetto dell’altro. L’educazione interculturale aiuta in primo luogo a vivere guardando al di là del proprio piccolo mondo e sviluppa la consapevolezza che siamo tutti diversi ma tutti uguali.

 

Gli obiettivi di questo progetto sono:

 

  1. Conoscere la persona di Gesù e i suoi insegnamenti

  2. Comprendere che Gesù ama tutti

  3. Conoscere il significato delle feste cristiane

  4. Valorizzare culture diverse viste come ricchezza da scoprire

  5. Rafforzare lo spirito di amicizia e condivisione

  6. Scoprire nuovi giochi, canti, cibi e abitudini diverse